"King of the Belgians riesce a conservare il tono e la concretezza di un racconto qualunque mettendo in scena fatti straordinari, coincidenze del tutto improbabili." - Cafe Babel

  • Sinossi

    KING OF THE BELGIANS è un road movie in stile falso documentario su un re apatico che si risveglia nel mondo reale. Il Re Nicola III è una persona sola, che ha la netta sensazione di vivere una vita non sua. Insieme ad un regista inglese, Duncan Lloyd, incaricato dal Palazzo di ravvivare l'alquanto ingrigita immagine della monarchia, parte per una visita di Stato a Istanbul.

    Proprio allora arriva la notizia che la Vallonia, la metà meridionale del Belgio, si è dichiarata indipendente. Il Re non si perde d’animo e decide di tornare di corsa per salvare il suo regno. E per una volta, dichiara, se lo scriverà lui stesso, il suo maledetto discorso! Ma proprio mentre stanno organizzando il rientro, si scatena una tempesta solare che mette fuori uso le comunicazioni e il traffico aereo. I telefoni non funzionano più, gli aerei restano a terra. A peggiorare le cose, la sicurezza turca respinge seccamente la proposta del Re di tornare via terra. Ma il Re non ha nessuna intenzione di aspettare che la tempesta finisca. Lloyd, fiutando l’occasione di una vita, si inventa un piano di fuga talmente assurdo da prevedere abiti fiorati e cantanti bulgare.

    È così che ha inizio questa Odissea attraverso i Balcani sotto mentite spoglie, un viaggio carico di imprevisti, incontri inaspettati e momenti di pura euforia.

  • Commento

    Un vulcano in Islanda erutta e tra noi nasce un’idea: mettiamo un Re belga ad Istanbul, con una catastrofe naturale e una crisi politica in atto, e poi lanciamolo in un rocambolesco viaggio a piedi verso casa, in incognito, pieno di contrattempi, rese dei conti e momenti di gioia. Ovvero, il dislocamento come essenza della commedia.

    La vera sfida è stata quella di trovare il modo di raccontare una storia così…. Il Palazzo Reale affida a un inglese, Duncan Lloyd, il compito di donare un nuovo splendore alla ormai sbiadita immagine del Re. L’obbiettivo della telecamera di Lloyd è l’unico filtro che si frappone tra lo spettatore e questi sei straordinari giorni nella vita di un Re. E che dire del Belgio, un piccolo e complicato Paese, specializzato in surrealismo e compromessi? Sicuramente l’attuale scompiglio politico nel nostro minuscolo regno è stato di grande ispirazione. Ma il tema politico rimane secondario nel film rispetto alla trasformazione interiore del Re, che inizia a gustare l’anonimato e a scoprire i propri veri desideri.

    Al fine di valorizzare l’autenticità e la spontaneità nella recitazione abbiamo spesso esortato gli attori a improvvisare,. E abbiamo ripreso le scene in ordine cronologico. Le situazioni che si vengono a creare diventano mano a mano più stravaganti, pur restando piacevolmente credibili. Tutto questo è il KING OF THE BELGIANS, un road movie in stile falso documentario su un caparbio monarca, profondamente perso nei Balcani.

King Nicolas III

Peter Van Den Begin

Nicola III, Re del Belgio, è un uomo solo, intrappolato nei meccanismi del protocollo. E' a capo, in modo solo simbolico, di una nazione fragile e sull’orlo del collasso. Sopito dentro di lui c'è il desiderio di essere molto più di un semplice burattino, ma ci vorrà una tempesta per scatenare il suo vero io.

Peter Van den Begin è uno stimato attore fiammingo-belga noto per ruoli sia comici che drammatici in teatro, cinema e TV, come ad esempio nel premiato film Allez, Eddy! La sua prima collaborazione con i registi è stata in The Fifth Season nel 2012, quale indimenticabile “uomo con il gallo”. Peter sarà protagonista nei film di prossima uscita di Nabil Ben Yadir e Nic Balthazar.

IMDb profile

Ludovic Moreau

Bruno Georis

Ludovic Moreau è un uomo serio che vive per il protocollo. Era un diplomatico di successo prima di venire nominato Maestro del protocollo del Palazzo reale. Difende la dignità dei reali con il massimo orgoglio. Di certo la corsa sgangherata tra i Balcani lo coglie del tutto impreparato.

Bruno Georis è un versatile attore belga con trent'anni di esperienza sia sullo schermo che sul palco. Ha recitato in più di settanta opere teatrali e in numerosi film. Recita anche nei suoi spettacoli, autoprodotti, nei quali si fondono letteratura, poesia e musica. Laureato con il massimo dei voti al Royal Conservatory di Brussels.

www.brunogeoris.be
IMDb profile

Louise Vancraeyenest

Lucie Debay

Louise Vancraeyenest è appena uscita da un'esclusiva scuola di legge quando viene invitata a Palazzo a curare l’immagine pubblica del Re. Suoi principali vanti, la precisone e un’efficienza puntigliosa. Ma la sua aria sofisticata evapora non appena gli uomini attorno a lei cominciano a comportarsi da matti.

Lucie Debay è un’attrice franco-belga (INSAS 2009) apprezzata a livello internazionale per la sua interpretazione in Melody (2014) di Bernard Bellefroid, per la quale ha vinto il premio come Migliore Attrice al Montreal World Film Festival e un Belgian Magritte come Miglior Nuovo Interprete. Considerata una stella nascente, Lucie ha recitato in molte opere teatrali e in corti, oltre che in diversi film di prossima uscita.

IMDb profile
Artmedia

Carlos De Vos

Titus De Voogdt

Carlos De Vos, un ex cadetto militare, è il cameriere personale di Sua Maestà. E' un uomo semplice e il Re, che apprezza i suoi modi schietti, chiede spesso il suo parere, che puntualmente finisce per irritare tutti gli altri. Carlos non crede nella monarchia come istituzione e non ha neanche molta fiducia nel futuro del Belgio.

Titus De Voogdt è un prolifico attore fiammingo-belga di cinema, teatro e televisione, che vive a Ghent. Ha ottenuto diversi ruoli importanti con i principali registi fiamminghi e ha partecipato alla serie BBC The Missing, nominata ai Golden Globe. Titus è stato più volte premiato per i suoi lavori teatrali, sia come scrittore che come regista e attore. Si è laureato con un Master in Scultura.

IMDb profile

Duncan Lloyd

Pieter Van Der Houwen

Duncan Lloyd è un ex corrispondente di guerra diventato un paparazzo. Il suo film ’Sharpshooter', sul cecchino serbo ‘Dragan il falco’ durante l’assedio di Sarajevo ,non ha mai visto la luce. Per anni Duncan è stato tormentato dall’alcool e dai fantasmi, finché non si è rimesso in sesto fotografando Reali per le copertine dei giornali di gossip. Con il Re Nicolas III gli capiterà di trovarsi al posto giusto nel momento giusto.

Pieter van der Houwen è un affermato fotografo documentarista, regista e professore accademico che vive e lavora tra la Gran Bretagna e i Paesi Bassi. Suoi lavori sono comparsi nelle maggiori pubblicazioni olandesi e internazionali Ha lavorato a lungo in Africa ed è impegnato in diversi progetti economici e politici riguardanti la diaspora africana. Ne ‘Il Re dei Belgi è alla sua prima esperienza come attore.

IMDb profile

Ana

Nina Nikolina

Ana è una cantante tradizionale bulgara di un piccolo villaggio, dove lei e sua madre gestiscono un umile negozietto e un banchetto di kebab. È la cantante principale di The Black Sea Sirens (Le sirene del mar nero), un gruppo folk i cui membri amano litigare tanto quanto cantare. Energica e ambiziosa, Ana non si lascia scappare le opportunità che nascono quando Duncan Lloyd e i Belgi entrano nella sua vita.

Nina Nikolina, bulgara, è una cantante, interprete e produttrice di musica folk, elettronica e pop. Nina ha inciso dieci album e ricevuto numerosi premi, tra cui il prestigioso Song of the Decade Award per il suo noto single Ti (You). Nina ha presentato la musica e la cultura bulgara in festival internazionali di tutta Europa.

www.nina-nikolina.com

Kerim Bulut

Valentin Ganev

Kerim Bulut, Responsabile capo della sicurezza turca, ha prestato fedele servizio per trent’anni. Quest’uomo orgoglioso e diligente è in attesa della sua ultima promozione quando il Re del Belgio entra nella sua vita...

Valentin Ganev è un acclamato attore bulgaro di cinema e taetro, laureato alla VGIK di Mosca (classe di Sergey Bondarchuk), la più antica scuola di cinema al mondo. Ha recitato in più di settanta film, spaziando da Hollywood ai fratelli Taviani . Dal 1996 fa parte della compagnia del Teatro Nazionale Bulgaro.

IMDb profile

Dragan

Goran Radaković

Dragan è un ex atleta olimpionico iugoslavo finito a fare il cecchino nella guerra dei Balcani duranti gli anni novanta. Durante l’assedio di Sarajevo ha fatto amicizia con un giornalista inglese a seguito dei Serbi, Duncan Lloyd, il quale ha girato un film su di lui. Subito dopo la fine della guerra prega Duncan di non pubblicare il film e torna al suo villaggio. Da allora vive tormentato dai ricordi dolorosi del passato.

Goran Radaković, affermato attore e produttore serbo, ha cominciato la sua carriera all’età di 11 anni. Dalla sua laurea alla University of Drama di Belgrado, nel 1988, ha recitato diversi ruoli in film, opere teatrali e televisive. Nel 1993 ha fondato la sua casa di produzione, la Films Dakar.

IMDb profile

Queen Ursula

Nathalie Laroche

La Regina Ursula procede sicura nella vita, accompagnata da cappelli estremamente voluminosi e da una salda presa su ogni aspetto dell'esistenza di suo marito. O almeno, fino a quando lui non si avventura per l'ignoto con Duncan Lloyd. D'altronde, la Regina voleva che Lloyd catturasse la spontaneità del Re. Ma ottiene molto più di quello che avrebbe mai potuto immaginare.

Nathalie Laroche è un'attrice teatrale ampiamente apprezzata in Belgio. Diplomata al Conservatorio di Bruxelles, ha calcato per decenni le scene di produzioni teatrali classiche e contemporanee. Ha recitato anche in numerose serie televisive, in corti e lungometraggi, compreso 'The Fifth Season'.

IMDb profile

"Il film più pazzesco (e pazzescamente divertente) di tutta la Mostra c’è già. S’intitola 'King of the Belgians' benché sia fuori concorso, si aggiudica già fin d’ora il Leone d’oro del paradosso." La Stampa

Cast & Troupe

  • Cast

    • Nicolas III
      Peter Van Den Begin
    • Ludovic Moreau
      Bruno Georis
    • Louise Vancraeyenest
      Lucie Debay
    • Carlos De Vos
      Titus De Voogdt
    • Duncan Lloyd
      Pieter Van Der Houwen
    • Ana
      Nina Nikolina
    • Kerim Bulut
      Valentin Ganev
    • Dragan
      Goran Radaković
    • Queen Ursula
      Nathalie Laroche
  • Troupe

      • Scritto, diretto et Prodotto da
        Peter Brosens & Jessica Woodworth
      • Direttore della Fotografia
        Ton Peters (NSC)
      • Scenografie
        Sabina Christova
      • Costumi
        Eka Bichinashvili
        Claudine Tychon
      • Trucco e Acconciature
        Petya Simeonova
      • Suono in Presa Diretta
        Pepijn Aben
      • Aiuto Regista
        Arnout Andre De La Porte
      • Montaggio
        David Verdurme
      • Montaggio del Suono
        Michel Schöpping
      • Colorista
        Peter Bernaers
      • Supervisore Post Produzione
        Fabian Hannaert
      • Disegno Grafico
        Amira Daoudi
      • Produttori Esecutivi
        Nadejda Koseva & Svetla Tsotsorkova
        Olivier Abrassart
        Sebastian Schelenz
      • Coprodotto da
        François Touwaide (Entre Chien et Loup)
        Arnold Heslenfeld, Frans van Gestel & Laurette Schillings (Topkapi Films)
        Mira Staleva & Stefan Kitanov (Art Fest)

Ton Peters

Direttore della Fotografia

Ton (The Netherlands) studied photography and art, which has had a major influence on his work as a cinematographer. During his career Ton has embraced both drama and documentary with the same passion and expertise, alternating between both with great ease. His work has appeared at numerous festivals such as Cannes, Berlin and Toronto. In 2007 he was awarded the Golden Horn for Best Photography at the Krakow Film Festival.

www.thebirds.nl
IMDb profile

Sabina Christova

Scenografie

Sabina (Bulgaria) is a prolific production designer and art director with significant experience in international and Bulgarian fiction films and commercial work. Her dedication to her craft, her ability to adapt to various budgets and visions and her highly professional team have lead her to navigate a wide range of projects and gain a solid reputation within and outside Bulgaria. She successfully creates visual universes in which dreams turn into reality and real life turns into dreams.

www.sabinachristova.com
IMDb profile

David Verdurme

Montaggio

David (Belgium), a rising star among Belgian editors, finished his studies at RITS film school in Brussels with the editing of Gust Van den Berghe's Little Baby Jesus of Flandr, selected for the 2010 Quinzaine des Réalisateurs. He hasn't slowed down since. His work ranges from rigorous art house films, like those of Van den Berghe and Caroline Strubbe, to comedy, children's films and documentary.

www.davidverdurme.com
IMDb profile

Michel Schöpping

Montaggio del Suono

Michel (The Netherlands) has for three decades been composer, sound designer and re-recording mixer for over seventy fiction and non-fiction films. Since 2007 he teaches at the Dutch Film Academy and is a trainer at the Torino Film Lab and EP2C, the European Postproduction Workshop. He has worked on multiple high-profile films including those by Sergey Loznitsa and Felix van Groeningen. Michel was composer, sound designer and mixer on all four feature films by Peter Brosens and Jessica Woodworth.

IMDb profile

Registi

Jessica Woodworth & Peter Brosens

Jessica Woodworth e Peter Brosens sono entrambi noti per i loro documentari ma il vero successo di critica lo hanno ricevuto per i tre lungometraggi diretti e prodotti insieme: Khadak (vincitore del Leone del futuro 2006), Altiplano (Settimana della critica a Cannes 2009) e The Fifth Season (Gara ufficiale di Venezia 2012). I loro film sono stati proiettati in centinaia di festival e hanno vinto dozzine di premi influenti. KING OF THE BELGIANS (Selezione ufficiale di Venezia 2016) è il loro quarto lungometraggio, proiettato per la prima volta al Venezia Film Festival 2016. La loro compagnia di produzione indipendente Bo Films si trova a Ghent, in Belgio . www.bofilms.be

Jessica Woodworth (Washington D.C., 1971) è una sceneggiatrice e regista belga-americana. Jessica si è laureata alla Princeton University in letteratura (1993) e alla Stanford University in produzione di film documentari (1999). Negli anni novanta è stata sceneggiatrice e curatrice dei dialoghi di documentari a Parigi, Hong Kong e Pechino. Nel 2000, mentre era in Marocco con una borsa di studio Fulbright, ha diretto e girato il documentario The Virgin Diaries, una coproduzione di società di distribuzione europee e americane. Jessica è stata presidente della giuria internazionale al Film Festival di Ghent nel 2011 e membro della giuria all’International Film Festival di Zagreb nel 2015. È specializzata nel dirigere gli attori.

Peter Brosens (Leuven, 1962) è un produttore, direttore e scrittore indipendente belga. Tra il 1993 e il 1999 Brosens ha diretto e prodotto ‘Mongolia Trilogy’, la sua trilogia che ha ottenuto un successo internazionale, composta dai pluripremiati documentari creativi City of the Steppes (Joris Ivens Award, Cinéma du Réel, Paris), State of Dogs (Grand Prix, Visions du Réel, Nyon) e Poets of Mongolia (Mongolian State Award). Peter (EAVE 1994) è l'unico membro belga di d.net, un network europeo di produttori indipendenti. È stato membro di numerose giurie, compresa la DFA.

"Visto il periodo storico che sta vivendo il Belgio, questo film è davvero una vera perla al Lido di Venezia, che potrebbe servire a distendere una situazione che a causa del terrorismo internazionale ha davvero messo sotto pressione non solo tutta l’area del Benelux, ma l’Europa stessa: ridere a volte è davvero terapeutico." - Repubblica

Produttori

  • Bo Films

    Produttore Delegato e Co-produttore Fiammingo-Belga
    www.bofilms.be

    Bo Films è una compagnia di produzione indipendente fondata da Jessica Woodworth e Peter Brosens, che sin dalla sua fondazione nel 2005 opera a livello internazionale. I lungometraggi Khadak (BE-NL-DE, 2006 Venice Lion of the Future), Altiplano (BE-NL-DE, 2009 Cannes Critics’ Week) e The Fifth Season (BE-NL, 2012 Venice Competition) hanno vinto 42 premi, sono stati selezionati per più di 170 festival e hanno ricevuto recensioni entusiaste sia a livello domestico che internazionale. KING OF THE BELGIANS (BE-NL-BG, Venice 2016) è il loro quarto lungometraggio. Tutti e quattro i film sono stati supportati da entrambe le comunità, fiamminga e francese, del Belgio, e hanno ricevuto sostegno dalla Dutch Film Fund e dal programma MEDIA della EU.

  • Entre Chien et Loup

    Co-produttore Franco-Belga
    www.entre-chien-et-loup.be

    La poltica di produzione di Entre Chien et Loup si concentra sull’alta qualità dei contenuti. Grazie a tale enfasi, sin dalla sua fondazione nel 1989, è riuscita a imporsi sul mercato audiovisivo europeo. Mantenere e sviluppare un accesso continuo alle reti di distribuzione nel settore audiovisivo comporta una sfida costante e uno sforzo non indifferente, soprattutto in un ambiente sociale in cui il consumo di immagini stereotipate è diventato la normalità. Ad ogni modo, Entre Chien et Loup rimane fedele alle sue intenzioni originali, producendo film che combinano stili registici, autori e argomenti impegnati, con un forte senso di cinematografia e con la giusta produzione che consenta ad ogni elemento di esprimere la sua massima potenzialità.

  • Topkapi Films

    Co-produttore Olandese
    www.topkapifilms.nl

    Topkapi Films ha base ad Amsterdam ed è gestita dai produttori Frans van Gestel, Arnold Heslenfeld e Laurette Schillings. La società, che vanta una vasta esperienza nella produzione e co-produzione di lungometraggi e serie TV, sia per il mercato olandese che per quello internazionale, tende a costruire rapporti di lunga data con scrittori e registi. Tra i titoli di maggior successo (co)prodotti vi sono Frailer (Mijke de Jong), Public Works (Joram Lürsen), Belgica (Felix van Groeningen), The Commune (Thomas Vinterberg), All of a Sudden (Asli Özge), Out of Love (Paloma Aquilera Valdebenito) e The Broken Circle Breakdown (Felix van Groeningen).

  • Art Fest

    Co-produttore Bulgaro
    www.siff.bg

    Art Fest Ltd.è una società di produzione, di distribuzione e di organizzazione eventi. Gestisce il Sofia International Film Festival, il più grande festival cinematografico bulgaro. Dal 2004, parte significativa del festival è il Sofia Meetings co-production market (in cui si promuovono i primi tre progetti di lungometraggi). Art Fest insieme a RFF International ha (co)prodotto più di 15 lungometraggi e documentari, tra cui The World Is Big and Salvation Lurks Around the Corner di Stephan Komandarev, nominato nella Foreign Language Oscar Shortlist 2010. Nel periodo tra il 2004 e il 2016 Art Fest ha realizzato più di 80 film, soprattutto europei. Art Fest gestisce anche 'Cinema House' - la più grande sala cinematografica d'essai della Bulgaria.

Festivali

  • Orizzonti Competition
    Venice Film Festival
    2016
  • Official Selection
    Film Fest Gent
    2016
  • Official Selection World Cinema
    Busan
    2016
  • Official Selection
    Filmfest Hamburg
    2016
  • Selection Open Horizons
    Thessaloniki
    2016
  • Official Competition Seminci
    Valladolid
    2016
  • Official Selection
    Antalya Film Festivali
    2016
  • Official Selection
    São Paulo IFF
    20166
  • Cinema of the World section
    Dubai
    2016
  • Playtime Section
    Les Arcs
    2016
  • Official Competition
    Marrakech
    2016
  • Official Selection
    Festival Internat du Film de Bruxelles
    2016
  • Together Again Competition
    Zagreb
    2016
  • World Cinema Now
    Palm Springs
    2017
  • Official Selection
    Minsk International Film Festival
    2016
  • Panorama
    Black Nights IFF
    2017
  • Horizons Section
    Tromso IFF
    2017
  • Itinérances
    Festival Cinéma d’Alès
    2017
  • Annual European Union Film Festival
    Chicago
    2017
  • Fem Kontinenter
    Göteborg Film Festival
    2017
  • Winner Global Vision Award
    Cinequest
    2017
  • Winner KNF Award
    Rotterdam IFFR
    2017
  • Selección Oficial
    Festival de Cine Europeo Puerto Rico
    2017
  • World Tour Section
    Cleveland IFF
    2017
  • Main Slate Section
    Sarasota Film Festival
    2017
  • Chic Planète Section
    Forum Des Images
    2017
  • Closing film
    Minneapolis St.Paul IFF
    2017
  • Cup of Divination Section
    Fajr IFF
    2017
  • Feature Program
    SEEfest17
    2017
  • Journey Section
    Espoo Cine IFF
    2017
  • European Film Festival
    South Africa
    2017
  • Panorama Europe Festival
    New York
    2017